Lise Meitner. Genialità e solitudine. Amare la scienza oltre se stessa

Lise Meitner. Genialità e solitudine. Amare la scienza oltre se stessa

di Carlo Tamagnone

Lise Meitner una donna geniale, che ha dedicato la sua intera esistenza alla scienza, attraversando difficoltà e pericoli, delusioni e amarezze. Dagli ostacoli per accedere agli studi superiori allo scoglio di trovare spazio in un mondo scientifico e accademico dominato dagli uomini, all'esilio per le persecuzioni naziste, allo "scippo" da parte dell'amico e collega del Premio Nobel. Donna disposta a rinunciare ad una vita familiare con serenità e dedizione, ella sembra bastare a se stessa, lontana, nella passione per il suo lavoro, da meschinità e rancori. L'autore la segue lungo la sua esistenza esplorandone gli aspetti intimi, tenuti volutamente celati sotto l'immagine pubblica della donna severa e irreprensibile e della volitiva scienziata votata totalmente alla fisica nucleare.