Cornici di «famiglia» nel diritto penale italiano

Cornici di «famiglia» nel diritto penale italiano

di Silvio Riondato

L'ambito "famiglia" nei contesti extragiuridici implica anzitutto l'an della vita con riferimento a condizioni della creazione-origine della vita stessa, cioè tralaltro l'ambiente umano origine e, assieme, modalità di formazione di tale ambiente, comprese competenze e modalità concernenti l'atto (pro-)creativo, le quali scaturiscono in guisa sempre nuova dal progresso scientifico e tecnologico.

Al contempo, l'ambito "famiglia" abbraccia lo sviluppo-mantenimento della vita nell'ambiente umano più prossimo, quindi coinvolge le condizioni almeno elementari di qualità della vita nella dimensione della coesistenza. Vi è però estrema difficoltà di definire l'entità familiare. Varie "famiglie" si propongono, quali raggruppamenti o comunità formate da persone legate o da rapporto di parentela (vincolo c.d.

del sangue o altri intesi come equivalenti) oppure di affinità o di coniugio o anche di semplice affetto, o da rapporti similari. Trattasi di gruppi sociali caratterizzati eventualmente da convivenza e/o legami patrimoniali ed eventualmente finalizzati o alla riproduzione e/o alla cooperazione economica e/o al mantenimento e cura di interessi affettivi e/o spirituali in genere.