La buona scuola che non c'è. Riflessioni per una scuola migliore

La buona scuola che non c'è. Riflessioni per una scuola migliore

di Francesco Micci

La scuola oggi non è troppo diversa da quella che era cinquant'anni fa e sempre più evidente appare il divario con il mondo reale ormai invaso dalla tecnologia e con i nostri ragazzi, nativi digitali, che stanno sviluppando una nuova forma di intelligenza e di percezione del mondo. Necessita un cambiamento profondo che investa tutti gli aspetti, dallo scopo agli obiettivi, dalle strutture, al metodo, agli insegnanti, alle materie, agli orari, in modo che la scuola torni ad essere avanguardia del mondo reale.