Il mistero del poeta

Il mistero del poeta

di Antonio Fogazzaro

Questa edizione ripropone l'opera dello scrittore in veste filologicamente accurata e corredata da un adeguato commento, così da offrire - grazie anche ai materiali inediti utilizzati (epistolari, abbozzi, stesure) - un preciso inquadramento culturale dei testi e un'attenta analisi della loro genesi e successiva fortuna. «... i vapori in cui sfumava ogni cosa lontana mi circondavano del mistero che circonda i sogni.» Il mistero del Poeta (1888), terzo romanzo di Antonio Fogazzaro, che precede il capolavoro Piccolo mondo antico, racconta quasi esclusivamente una storia d’amore, con minimi alleggerimenti affidati a personaggi funzionali, come un character umoristico o una giovane “aiutante” dei due protagonisti, ma con costanti aperture su paesaggi italiani familiari all’autore, tra il lago di Como e quello di Lugano, e soprattutto tedeschi, dalla Baviera alla valle del Reno, con precise e gustose descrizioni di viaggio. Se il pedale del sentimento rischia talora di rallentare lo svolgimento della trama, il portatore di movimento è il treno, nel quale è ambientato anche il tragico scioglimento finale. L’edizione critica permette al lettore di apprezzare, oltre ai rinvii alla biografia fogazzariana, lo sperimentalismo stilistico che si affida tanto allo scambio costante di lettere tra i protagonisti, rasentando il romanzo epistolare, quanto a una serie di “interpolazioni poetiche”, con un richiamo alla tradizione illustre del prosimetro, da Dante a Tommaseo.